Il display di iPhone X supera quello di Galaxy S7 e Note 8 in un burn-in test

L’unità made by Samsung ha dimostrato di essere ai vertici della categoria

iPhone X è stato il primo melafonino di casa Apple ad adottare un display borderless dotato di tecnologia OLED. Tale unità, fornita da Samsung, si è rivelata una delle migliori presenti sul mercato come sottolineato dai ragazzi di Display Mate.

Tutto sommato tale tecnologia soffre ancora di alcune pecche legate all’effetto burn-in (dove alcuni pixel tendono ad imprimere sul display parte dell’interfaccia) che spingono l’utente a rimanere su un pannello LCD piuttosto che passare ad un OLED o un Super AMOLED.

Leggi anche: I pannelli OLED rischiano così facilmente il Burn-In? Le nostre analisi

Nonostante ciò in un test effettuato mettendo a confronto il display di Galaxy S7 Edge, Note 8 ed iPhone X, quest’ultimo è in grado di prevenire l’effetto burn-in per un periodo di tempo considerevole.

iPhone X

Nel test un’immagine veniva continuamente visualizzata sullo schermo di iPhone X, dove gli effetti di burn-in cominciavano ad apparire solo dopo 510 ore di uso continuo.

Sulle unità montate su Galaxy S7 Edge ed Note 8, dopo 510 ore i pannelli cominciavano a soffrire di tale effetto in maniera molto più marcata rispetto al flaghip di casa Apple.

E voi cosa ne pensate? Preferite passare ad un pannello OLED o rimanere ancora legati ad un’unità LCD? Vi aspettiamo nel box dei commenti.

Via Gizmochina


Vi aspettiamo nel box dei commenti.

Se non vuoi perderti nessuna offerta presente su Amazon segui il nostro canale Telegram PianetaOfferte.

Alberto Signorini

Scritto da

Ferrarista dal cuore viola fin dalla nascita, appassionato di tecnologia sopratutto di tutto ciò che gira intorno al mondo del robottino verde.

Potrebbero interessarti....