DAC Hi-Fi a 32bit di LG V10 e LG G5 (Hi-Fi Plus): Come funziona?

Nella scorsa guida abbiamo imparato tutti i trucchetti necessari per l’attivazione completa dell’impianto Hi-Fi del Meizu Pro5, uno tra i due smartphone con DAC dedicato disponibili al commercio nel marcato italiano. Oggi, come da titolo, scopriremo i modi per spingere al massimo le prestazioni audio del secondo: LG V10 (o in alternativa LG G5 con modulo H-Fi Plus).

Come nel PRO 5, troviamo un SABRE9018K2M come convertitore audio, che integra un amplificatore OPA 1612 per il V10; nel G5 abbiamo invece un SABRE9028 (Dual Core) che integra l’amplificatore ES9603. La differenza risiede nella mancanza in entrambi i terminali di un amplificatore indipendente sempre attivo; tuttavia, solo per LG V10, compensa il fatto che tramite l’applicazione “DAC Fix for LG V10” si potrà godere dell’uso del chip SABRE9018 con qualsiasi applicazione – estremamente comodo nel caso in cui ci si imbatte in siti di streaming musicali o video che offrono contenuti con volumi massimi davvero bassi. Gli utenti di G5, purtroppo, dovranno usare il lettore di sistema o uno compatibile per godere dell’ascolto in Hi-Fi.

Perché conviene un DAC Hi-Fi?

Adesso vi starete sicuramente chiedendo come e in quali condizioni è possibile attivarlo del tutto per sentire la versa differenza tra V10 o G5 + Hi-Fi plus ed altri terminali senza DAC ed amplificatore dedicati. Ebbene, prima di passare alle soluzioni c’è da apprendere il funzionamento di questo chip audio dedicato. LG, proprio come Meizu, ha implementato un menù dedicato per il DAC… senza dare la possibilità di impostare l’amplificatore in Basso o Alto Guadagno. L’unica opzione modificabile è quella dell’accensione o spegnimento del DAC. L’amplificatore, invece, entrerà in automatico nelle seguenti modalità, a seconda delle seguenti condizioni:

  • Dispositivo audio normale (low gain): se connettete auricolari o cuffie con una bassa impedenza (da 4 a 49 Ohm)
  • Dispositivo esterno connesso (high gain): se connettete una prolunga o splitter jack e dopo i vostri auricolari o cuffie, oppure se collegate il telefono ad uno speaker/impianto esterno tramite l’entrata Jack – non Bluetooth o USB.
  • Dispositivo ad alta impedenza (max. gain): se connettete auricolari o cuffie con un’alta impedenza (da 50 a 600 Ohm)

Passiamo subito al dunque. I requisiti per l’attivazione dell’amplificatore integrato al DAC sono quattro: usare una cuffia da 50 o più Ohm o con cavo rimpiazzabile, usare una prolunga o splitter Jack o ancora riuscire a “buggareil riconoscimento dell’impedenza del dispositivo audio connettendo, staccando e riconnettendo quest’ultimo più volte in un intervallo di tempo brevissimo – in poche parole: staccare e riattaccare le cuffie o auricolari velocemente finché non appare “Dispositivo esterno connesso” oppure “Dispositivo ad alta impedenza“.

Video Guida (soluzione dello “stacca e riattacca” sostituita da una più sicura)

Per la prima soluzione è semplicemente necessario connettere un paio di cuffie adatte alla richiesta di Ohm del Menù per godere della massima potenza del DAC, il quale imposterà l’amplificatore in max. gain (“Dispositivo ad alta impedenza“).

La seconda soluzione consiste invece nell’uso di un paio di cuffie/auricolari con cavo intercambiabile. L’amplificatore, impossibilitato a percepire l’impedenza del solo cavo senza senza cuffie/auricolari, verrà impostato in high gain. I passaggi da seguire sono simili a quelli usati per il Meizu Pro5:

  1. Separate le cuffie/auricolari dal cavo rimpiazzabile.
  2. Connettete il cavo rimpiazzabile nell’entrata Jack da 3.5mm del V10/G5 con modulo Hi-Fi Plus.
  3. Attendente finché il menù del DAC Hi-Fi cambierà modalità in automatico in “Dispositivo esterno connesso“.
  4. Connettete le vostre cuffie/auricolari nella restante entrata del cavo rimpiazzabile.

Terza soluzione. Si basa anch’essa sull’ingannare il riconoscimento dell’impedenza del DAC per la conseguente attivazione dell’amplificatore integrato tramite il collegamento di una prolunga o splitter jack in modalità high gain. I passaggi sono semplici:

  1. Connettete la prolunga o splitter nell’entrata Jack da 3.5mm del V10/G5 con modulo Hi-Fi Plus.
  2. Attendente finché il menù del DAC Hi-Fi cambierà modalità in automatico in “Dispositivo esterno connesso“.
  3. Connettete le vostre cuffie/auricolari nell’entrata Jack della prolunga/splitter.

Quarta soluzione. Tra tutte le alternative è l’unica che sconsiglio vivamente vista la dannosità per il connettore Jack del telefono, poiché le probabilità di successo sono generalmente scarse (1 volta su 8 “stacca e riattacca”). I principali motivi per provarla sono la comodità e l’assoluta economicità nell’eseguirla, visto che è possibile farlo con qualsiasi paio di cuffie/auricolari a vostra disposizione. Inoltre, non sono previsti dei passaggi specifici; anzi, è sicuramente benvenuta una buona dose di fortuna per chi prova un’impresa di questo tipo. Ribadisco: bisognerà connettere e sconnettere, per poi riconnettere una terza volta le cuffie/auricolari. Il tutto in un lasso di tempo inferiore ad un secondo. Ripetere finché non apparirà la modalità “Dispositivo esterno connesso”  o “Dispositivo ad alta impedenza”. Una volta raggiunto il vostro obbiettivo, non scollegate le cuffie e non spegnete/riavviate il terminale per far sì che l’amplificatore resti attivo nella modalità che la fortuna ha preferito concedervi.

Questo è tutto. Prestate attenzione all’uso di DAC Fix for LG V10 o sarete vittime di battery drain inaspettati ed inspiegabili: disattivatelo durante la notte o se non avete intenzione di utilizzare il telefono come riproduttore musicale/multimediale. Adesso non resta che fare la vostra scelta sulla soluzione che più vi aggrada. A presto con la sfida tra gli unici Top di gamma con impianto Hi-Fi integrato disponibili per l’acquisto in Italia “Meizu PRO 5 vs LG V10: Chi suona meglio?“. Buon ascolto!

 

Manfredi Guarisco

Scritto da

Scoprendo il mondo della tecnologia, dei videogiochi e della buona musica con la sua prima console Playstation e Wipeout 3, rimane fedele ai principi cardine della sua infanzia. In ambito cosplay e gaming è conosciuto con lo pseudonimo di "AlisGelida".

Potrebbero interessarti....

Questo sito utilizza i cookies. Utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire all’utilizzo dei cookies in conformità con i termini di uso dei cookies espressi in questo documento. Leggi di più Accetto