LG G5 la Recensione!

Eccoci qui con un altro Top di gamma, nonostante PianetaSmart.it sia un progetto praticamente appena nato cerchiamo di essere sempre sul pezzo e siamo ben felici quando riusciamo ad avere un Top di gamma in tempi celeri.

La nostra collaborazione con Grossoshop ci consente di essere sempre abbastanza in prima linea per quanto riguarda i prodotti provenienti dalla Cina ma per il resto ci dobbiamo arrangiare, fatta questa dovuta premessa iniziamo col parlare di LG G5, protagonista della nostra recensione di oggi!

Lg G5 RecensioneLG quest’anno sembrava fosse arrivata leggermente prima, G4 l’anno scorso fu presentato ad un evento dedicato nel mese di Aprile mentre G5 è stato presentato sul palco del Mobile World Congress di Febbraio, peccato che poi è arrivato sul mercato solo pochissimi giorni fa quindi siamo più o meno nella stessa situazione dell’anno scorso. E’ però errato parlare di “stessa situazione”, per un motivo principale, il G4 l’anno scorso arrivò con un hardware non propriamente da Top di gamma, per i problemi ben noti dello Snapdragon 810, mentre quest’anno G5 lato potenza è lassù insieme ai Top del mercato, quindi apriamo le danze con una scheda tecnica!

LG G5
222201630456PM_635_lg_g5
Prezzo 568€
Dimensioni149.4 x 73.9 x 7.7 mm
Peso159 g
SIMNano Sim
DISPLAYTipoLCD IPS-Neo
Dimensioni5.3″
Risoluzione2560 x 1440 QHD ( 554 ppi )
Multitouchsi
ProtezioneCorning Gorilla Glass 4
PiattaformaOSAndroid OS 6.0.1
Con LG Optimus UX 5.0
ChipsetQualcomm Snapdragon 820 Quad-Core
CPUDual-core 2.15 GHz Kryo + dual-core 1.6 GHz Kryo a 64 bit
GPUAdreno 530
MemoriaEspansionemicroSD fino a 2 TB
Interna32 GB, 4 GB RAM
FotocameraPrincipale16 MP f1/1.8 + 8 MP f/2.4 Stabilizzatore ottico, Autofocus ibrido + Laser
CaratteristicheGeo-tagging, touch focus, face/smile detection, panorama, HDR
Video2160p@30fps, 1080p@30fps
Camera Frontale8 MP, f/2.0
ConnettivitàWi-FiWi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac, dual-band, DLNA, WiFi Direct, hotspot
Bluetoothv4.2, A2DP, EDR, LE
GPSSi, A-GPS, GLONASS,
InfrarossoSi
RadioSi
USBmicroUSB Type-C, USB-OTG
SensoriImpronte Digitali
Batteria2800 mAh

 

Considerazioni Iniziali

Non faremo il classico unboxing di LG G5 per iniziare questa recensione ma faremo una premessa molto importante relativa al prodotto, una premessa quasi obbligatoria perchè piaccia o non piaccia G5 è un telefono in ogni caso “diverso” dal coro degli ultimi anni per una serie di piccole chicche. La prima caratteristica su cui LG ha puntato praticamente tutto col suo G5 è il design modulare, un qualcosa di diverso che secondo LG consente di avere un telefono fatto in materiali metallici ma al tempo stesso apribile per sostituire la batteria, cosa più unica che rara ultimamente e di cui LG tra le big del mercato è rimasta praticamente l’unica a proporre. Questo tipo di design modulare permette, appunto, di installare anche dei moduli come il Cam Plus, una sorta di impugnatura con dentro una batteria aggiuntiva da 1000 mAh per poter usare più agilmente le capacità fotografiche di G5. Proprio la fotocamera è un altro punto di innovazione secondo LG, non una ma ben 2 camere con un concetto simile a quello che utilizzò HTC col suo M8 e che vedremo se sarà utilizzato bene dalla Coreana. Dopo anni di materiali plastici, e con ormai praticamente tutto il mercato sulla barca del metallo, anche LG passa ai materiali metallici, G5 infatti a differenza dei precedenti esponenti della serie G è costruito interamente in metallo(anche se non è proprio tutto tutto tutto metallo) e ne parleremo subito nel paragrafo che segue.

Costruzione e Materiali

LG era l’ultima rimasta, fra le case definite Top, ad essere ancora ancorata ai materiali plastici, l’anno scorso è caduta Samsung, che con il suo S6 ha definitivamente abbandonato tale materiale, e finalmente all’alba del 2016 cade anche LG, l’eterna rivale Coreana cede al fascino dell’alluminio con una soluzione che definirei insolita. G5 infatti non è, come praticamente tutto il resto del mercato, costruito interamente in metallo, LG ha adottato una soluzione particolare dove un anima di plastica(o come piace chiamarla ad LG, anima in Primer) è letteralmente “ricoperta” da un sottile strato di metallo, la notizia però non dovrebbe essere un scoop presa singolarmente, l’importante è il risultato e come lo si raggiunge è relativo.

Lg G5 RecensioneQuesto particolare tipo di costruzione regala al telefono un feeling insolito, non abbiamo infatti la stessa sensazione del metallo “vero” quanto più un qualcosa che non saprei definire se non “morbidoso“, come se quello che impugnate fra le mani non sia troppo rigido quando invece in realtà lo è. LG ha fatto una scelta molto coraggiosa, passare dai suoi soliti 5.5″ ad un pannello da 5.3”, questo ha aiutato senza ombra di dubbio l’ergonomia dal momento che gli ultimi 2 LG serie G non erano proprio dei pesi piuma. Il risultato è sicuramente positivo visto che G5 si impugna molto bene e si usa abbastanza agevolmente con una sola mano.

La particolarità di G5, lo slot di espansione, non sempre si chiude perfettamente e vi potrete ritrovare con un fastidiosissimo scalino nella parte bassa del telefono, questo scalino si sente molto con l’anulare che in un impugnatura a singola mano quasi sempre va proprio a toccare li. Tolto questo G5 si fa guardare, personalmente lato estetico non mi fa impazzire ma non posso definirlo un telefono brutto, ad esempio ho apprezzato tantissimo il fatto che LG abbia finalmente abbandonato l’idea dei tasti volume sul retro che reputavo scomodissima.

Display

Come dicevamo prima, LG ha fatto una scelta molto coraggiosa passando dai 5.5″ di G3 e G4 ai 5.3″ del nuovo G5, perchè coraggiosa? Perchè a chi piacciono gli schermi di grandi dimensioni potrebbero rivolgersi ad altri lidi e non è sempre facile tornare ad un display piccolo dopo averne provato uno di dimensioni maggiori.

Fatta questa premessa parliamo di display, un campo dove un azienda come LG non dovrebbe sfigurare ma che al tempo stesso non è mai riuscita a farla diventare “quella da battere”. Pensiamo ad esempio a LG G3, primi dispositivo “famoso” a portare in dote un pannello a risoluzione QHD ma che all’atto pratico era tutt’altro che bello da guardare. Colori non sempre perfetti, una dominante giallina o bluastra a seconda di che telefono capitasse per non parlare della perdita di luminosità quando il display si scaldava un minimo. Che dire poi del G4? La situazione migliorò drasticamente, finalmente un Top di gamma con un pannello al Top, con G4 LG migliorò drasticamente il contrasto quasi assente in G3 e sopratutto i colori erano finalmente belli presenti, solo la retroilluminazione non era sempre coerente, ovvero al 50% tendeva ad essere TROPPO scuro rispetto al 100% costringendo quasi sempre ad affidarsi alla luminosità automatica in tutte le situazioni.

Lg G5 RecensioneParliamo però, giustamente, del nuovo G5, se la strada intrapresa da LG con il G4 sembrava finalmente quella giusta con G5 sembra di essere tornati ai tempi del G3, il display è infatti molto rivedibile, colori spenti e luminosità sono i principali imputati di questo. LG G5 ha infatti un display davvero “smorto”, i colori non sono ai livelli del vecchio G4 e davvero sembra di essere tornati indietro, anche la luminosità non è assolutamente accettabile per un dispositivo che si definisce Top. LG ha inserito nel G5 una funzione che spara al massimo l’illuminazione e regola in tempo reale, usando la GPU, l’elaborazione delle immagini/testi quando siamo all’aperto aumentando di molto il contrasto ma anche questo non basta per rendere la leggibilità sotto il sole al pari con la concorrenza, ed è un peccato perchè nel complesso utilizzando sfondi scuri il display, al netto dei colori spenti, non sarebbe poi malvagio.

Così come visto sul Samsung Galaxy S7/S7 Edge è presente anche la funzione Always On per non perdere mai nessuna notifica, ma non è consigliabile usarla e capirete il perchè nel paragrafo relativo alla batteria.

Dotazione Hardware

Finalmente LG torna fra le big anche lato Hardware, se ben ricordate infatti l’anno scorso con il G4 la Coreana scelse un approccio molto conservativo, a causa dei noti problemi di calore di Snapdragon 810, utilizzando un Soc di fascia media che faceva un pochino di fatica a muovere bene tutti i pixel del pannello. Dimenticatevi quindi una UI a 30 fps e date il benvenuto allo Snapdragon 820, la nuova scommessa di Qualcomm che già abbiamo potuto apprezzare su Xiaomi Mi5.

Lg G5 RecensioneSotto il profilo Hardware LG ha fatto tutto in maniera perfetta utilizzando il meglio che si possa trovare oggi in termini di potenza, oltre allo Snapdragon 820 troviamo infatti 4 GB di memoria RAM, 32 GB di memoria di massa espandibile con Micro SD fino a 2 TB, una doppia fotocamera costituita da 2 sensori da 16 e 8 Megapixel ed una fotocamera frontale sempre da 8 Megapixel. Oltre a questo non manca nulla sotto il profilo delle connessioni, abbiamo la Usb 3.0 Type-C, il chip NFC, il GPS ed anche la Radio FM(non sempre presente negli ultimi anni a bordo di un telefono).

Snapdragon 820 Vs Snapdragon 810

La potenza non manca assolutamente e G5 riesce ad essere sempre fluidissimo, fino ad oggi con i vari Top di gamma G5 ci è sembrato quello più veloce di tutti nelle operazioni quotidiane e con una gestione del multitasking a dir poco paurosa, anche dopo ore abbiamo riaperto un applicazione ritrovandola esattamente dove l’avevamo lasciata.

Prestazioni e Benchmark

Se fino a questo momento LG G5 ha fatto fatica a farsi voler bene in questo paragrafo riusciamo finalmente a trovare un motivo degno di attenzione ed apprezzamento.
L’ultimo nato in casa Qualcomm in campo Top di gamma è un processore molto diverso dal solito, un approccio più simile a quello di Apple che predilige le prestazioni Single-Core assolute rispetto al Multi-Core spinto, se Qualcomm ha fatto una scelta giusta o sbagliata lo lasciamo a voi che leggete, per noi non fa molta differenza il “come” quanto il “cosa” e vi possiamo assicurare che le prestazioni di LG G5 ed il suo Snapdragon 820 sono assolute. Finalmente abbiamo la possibilità di provare uno Snapdragon 820 al pieno delle sue potenzialità e non abbiamo assolutamente nulla da dire, G5 ha potenza da vendere e si sente sotto il dito.

Lg G5 RecensioneBasterà un click per aprire istantaneamente anche la applicazioni più pesanti, dimenticatevi lag e attese perchè G5 è veramente un fulmine, messo di fianco ad un mostro sacro come S7 il Top di gamma non può davvero nulla nell’uso generale e sopratutto in campo multitasking. La gestione della memoria Ram è molto meno aggressiva che in passato ed è davvero piacevole utilizzare questo dispositivo, fino ad oggi solo Huawei Mate 8 ci aveva fatto sentire il vero salto di qualità nell’uso quotidiano e G5 riesce anche a superare il gigante di Huawei.

I benchmark sono “solo numeri” ma per dovere di cronaca vi lasciamo di seguito i punteggi fatti rilevare da G5 in fase di test. Provando Xiaomi Mi5 e vedendo come in diverse occasioni scaldasse eravamo preoccupati che G5 con uno Snapdragon 820 “sbloccato” potesse comportarsi male e scaldare e fortunatamente siamo stati smentiti, G5 è sempre bello fresco in tutte le occasioni.

  • AnTuTu Benchmark : 126612
  • Geekbench Single-Core : 2233
  • Geekbench Multi-Core : 5076
  • Basemark OS : 2507

Software e UI

Come è ormai tradizione, ogni nuovo telefono della serie G porta con se una nuova e migliorata UI e non stupisce quindi trovarsi di fronte alla Optimus UX 5.0 su base Android 6.0. La nuova UI di G5 si avvicina, a livello estetico, sempre di più al concetto di Material Design introdotto da Google con Android 5.0 Lollipop e porta con se una differenza quasi “epocale”, di default non è presente l’app drawer.

Lg G5 Recensione Lg G5 Recensione Lg G5 Recensione
Parlando invece di utilizzo non mancano ovviamente tutte le migliorie e le funzioni che LG ha introdotto negli anni, dal doppio tap per accendere il display al Knock Code le possibilità di “accensione del display” si ampliano con un altra novità ormai obbligatoria in campo Android, un sensore di impronte digitali posto sul retro con un ottima sensibilità e precisione. La bellezza del sensore di impronte su G5 è il fatto che sia sempre attivo, non dovrete quindi accendere il display per utilizzarlo ma potrete sbloccare il telefono anche in stand-by un ottima cosa che velocizza il tutto!

photo_2016-04-23_18-25-28 photo_2016-04-23_18-25-33 photo_2016-04-23_18-25-44
La nuova Optimus UX 5.0 oltre ad avvicinarsi per il lato estetico ad Android Stock ci si avvicina anche per la minor presenza si bloatware e app/funzioni doppie, una delle tante cose richiesta a gran voce da qualsiasi utilizzatore di Android nel mondo(non solo dagli utenti LG) e che finalmente le case sembrano aver capito.

photo_2016-04-23_18-25-40 photo_2016-04-23_18-25-44
Come prestazioni non ci possiamo lamentare, nessun lag ne impuntamento con una risposta al dito sempre efficiente e “liscia”, LG ha fatto davvero un ottimo lavoro sotto questo punto di vista!

Multimedia e Fotocamera

Ecco di nuovo qualcosa che ci è veramente piaciuto molto, LG G5 è dotato di una doppia fotocamera, il sensore principale da 16 Megapixel ed uno grandangolare da 8 Megapixel, una novità carina e diversa dalle “solite” doppie camere viste fino ad ora. Il passaggio dalla camera da 16 a quella da 8 è praticamente istantaneo e dannatamente divertente da usare.

Lg G5 RecensioneIl software che accompagna questa doppia camera è davvero ben fatto, come da tradizione LG che ci stupì in positivo con il suo G4 l’anno scorso, con un sacco di funzioni sia in automatico che, sopratutto, in manuale. Non sappiamo se è una svista nostra ma non abbiamo trovato la possibilità di diminuire i megapixel in fase di scatto, usando la camera principale o scattiamo in 16:9 o in 4:3 ma non possiamo cambiare a nostro piacimento la “dimensione” della foto, non un difetto quando probabilmente una svista da parte di LG che comunque non rovina un ottima fotocamera in tutte le situazioni.

photo_2016-04-23_18-25-08 photo_2016-04-23_18-25-23
Se cercate una fotocamera che non vi stufi mai la troverete sicuramente in questo G5, ci siamo quasi stancati nel contare tutte le cose che potrete fare, foto pop-up, fisheye ecc ecc sono tutte possibili grazie alla seconda camera grandangolare, ma vi invitiamo a provarle con mano per capire quante siano.

Passiamo al fronte audio dove LG dal G3 in poi non ha mai deluso e continua a non farlo con G5, il software e le opzioni che accompagnano la parte audio di G5 sono ottime, dall’equalizzatore al supporto a file FLAC se siete amanti della musica non rimarrete delusi.

Lg G5 Recensione
L’unica nota negativa riguarda i volumi massimi, sia di suoneria che di riproduzione musicale ad un livello inferiore rispetto al vecchio G4, la qualità però non manca.

Ricezione e Parte Telefonica

Sinceramente vorrei non scrivere nulla in questo campo, davvero non ho parole per definire la pessima ricezione di LG G5, il cui problema sembra essere relativo al software più che a problemi strutturali alle antenne. Il telefono prende relativamente bene SE aggancia il segnale ed è proprio questo il problema di fondo, lo switch di rete ha palesemente dei seri problemi e non state rare le volte in cui ero senza segnale. Utilizzando come operatore 3 dove con altri telefoni non avevo problemi con G5 mi ritrovavo in roaming, il telefono impiega anche 5/6 minuti per ritrovare il segnale giusto se ne esco da una zona senza campo e questo lo trovo assolutamente inaccettabile dopo una spesa di 600 e rotti Euro.

Lg G5 RecensioneNulla da dire invece per quanto riguarda la parte telefonica, molto carino il dialer intelligente, la gestione dei contatti e tutto il resto ed ottima la qualità audio in chiamata, i miei interlocutori non hanno mai perso una parola ed io nemmeno nei loro confronti e questo è sicuramente positivo visto lo “scandalo” della ricezione.

Autonomia

Nemmeno in questo caso possiamo ritenerci soddisfatti, molto probabilmente i problemi di ricezioni si ripercuotono in maniera molto negativa sull’autonomia infatti G5 non stupisce assolutamente sotto questo punto di vista, anzi. LG, e ci dispiace, continua imperterrita a non voler inserire una batteria capiente nei propri dispositivi, dopo l’ottimo G2 ed una batteria molto generosa rapportata al display.

Lg G5 Recensione Lg G5 Recensione
A mio avviso 2800 mAh sono pochi in partenza per un display da 5.3″ QHD e tutto il ben di dio sotto il cofano e non mi aspettavo miracoli, vedere però chiudersi la giornata con nemmeno 4 ore di display e pregare di tornare a casa senza che G5 mi abbandoni non mi è piaciuto. Stesso discorso di prima, guardando la concorrenza spendere 600 e passa Euro per un Top di gamma ed avere autonomie di 2 anni fa non lo accetto.

Spero vivamente che la batteria venga sistemata con i prossimi aggiornamenti visto che comunque LG con V10 non si era comportata niente male sotto questo punto di vista.

Slot di espansione

Vorrei dedicare 2 parole anche allo slot di espansione, vera innovazione di G5 dopo la doppia fotocamera. LG ha scelto questo via per poter dare al pubblico uno smartphone in metallo con la batteria sostituibile e poter “espandere” l’esperienza G5 con dei moduli aggiuntivi, come ad esempio il modulo Cam Plus che integra al suo interno i comandi per la fotocamera ed una batteria aggiuntiva da 1000 mAh.

Lg G5 RecensioneL’idea di base è molto carina, devo ammetterlo, ma la realizzazione a mio avviso poteva essere migliore, per montare un modulo si è infatti costretti a staccare fisicamente la batteria dal G5 ed aspettare quindi i tempi di riaccensione di quest’ultimo, nel tutto il meccanismo di aggancio non mi ha dato un grandissimo senso di solidità.

LG-G5-and-Friends-Modular-Design-smartphone-1In ogni caso la possibilità di rimuovere e cambiare la batteria autonomamente e al volo è sicuramente un aggiunta di cui tenere conto, in un mondo di dispositivi sigillati questa possibilità è ormai diventata rarissima e ci congratuliamo con LG per averci comunque pensato.

Considerazioni Finali

Siamo quindi giunti alla fine di queste recensione relativa a LG G5, un telefono che sulla carta sembrava promettere davvero bene ma che allo stato attuale delle cose non posso assolutamente promuovere. Gravissimi problemi di ricezione ed una batteria ben sotto la media non compensano le ottime prestazioni e le doti multimediali del terminale.

photo_2016-04-23_18-24-19Non prendete questo testo come un massacro totale, LG G5 è ampiamente recuperabile via aggiornamenti software e sono sicuro che migliorerà davvero molto nel corso dei mesi, solo ora come ora non è all’altezza della concorrenza. Ed è un vero peccato dover bocciare un telefono che nel complesso mi è comunque piaciuto, con tutti i difetti del caso ma LG G5 è riuscito davvero a farmi “godere” di sensazioni positivissime, sopratutto lato prestazioni non avevo provato nulla di simile in passato con nessun LG, una fluidità simile sarà davvero difficile batterla in questo 2016.

Lg G5 Recensione
Un bocciatura totale quindi? Al momento si, ma spero con tutto me stesso di dover modificare questa recensione in futuro dopo che LG avrà risolto i problemi di G5.

Scritto da

Definito Lo Nerd fino dalla tenerà Età, negli anni ho fatto della mia passione un lavoro, la tecnologia è tutto il mio mondo e proprio da questo nasce PianetaSmart.itGoogle+

Potrebbero interessarti....

  • robibby

    Ottima recensione, peccato per questo terminale che aspettavo con ansia non sia all’altezza, ero indeciso tra lg g5 e p9, dite che quest’ultimo sia meglio??

    • FedeC6603Z

      quest’anno per ora c’è solo S7

      • robibby

        Lo sto usando, ne volevo prendere un’altro;)

        • FedeC6603Z

          ah ok. allora X Performance XD

      • guerz86

        M10?

        • FedeC6603Z

          boh, vederemo

    • guerz86

      mmmmm, domanda interessante, G5 non va male, P9 ancora non lo abbiamo provato… sicuramente sono 2 prodotti che devono calare di prezzo.

      Onestamente non saprei, per dare un giudizio voglio provare P9

  • FedeC6603Z

    la minor presenza si bloatware e app/funzioni doppie, una delle tante cose richiesta a gran voce da qualsiasi utilizzatore di Android nel mondo(non solo dagli utenti LG) e che finalmente le case sembrano aver capito.” tutti tranne sony che fa il contrario. da un sw scarno ora c’è più bloatware che app

  • Gark121

    noto con piacere che lg alterna i problemi, risolvendone uno per farne comparire un altro.
    questo ha i problemi di ricezione del g3, il problema dei contrasti del g3, e la batteria inesistente del g3, tutti problemi che il g4 aveva risolto e sono ricomparsi.
    in compenso hanno risolto i problemi del g4, soprattutto lato fluidità. mi chiedo, riusciranno mai a risolvere i problemi DEFINITIVAMENTE, senza ricaderci ad anni alterni? boh, per ora concordo, rimandato a settembre (quando costerà 200€ meno di s7 e magari avranno migliorato un pochino qualche punto a sfavore).
    la modularità, per quanto teoricamente interessante, praticamente è un flop, in pratica per avere l’ottimo audio del v10 o l’ottima autonomia del g2 devi aggiungerne un pezzo, pagandolo a parte, e trovandoti un telefono ancor più padelloso di quanto già non sia di suo sto g5 (le cornici di g2/g3 dove sono finite? probabilmente sommate a quelle del g4 attorno a questo nuovo top gamma), e per giunta col rischio decisamente concreto (stando ai “sondaggi” su xda e alle recensioni come questa) di avere un device con problemi costruttivi.
    bravi per l’onestà e per l’impegno, ottima recensione.

  • Yuto Arrapato

    il G5 ha ancora problemi di ricezione?

  • Nikk Turi

    Ho il g5 da una settimana, nessun problema di ricezione. Poi la batteria sará anche da 2800 Mha, ma è ben gestita e ha l’ autonomia di un s7.
    A mio parere il g5 è il miglior smartphone sul mercato, sensa nessun dubbio.

    • Piero Rossi

      ma infatti il g5 è migliorato tantissimo in questi mesi… adesso si trova a meno di 400 euro ed è alla pari del s7

Questo sito utilizza i cookies. Utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire all’utilizzo dei cookies in conformità con i termini di uso dei cookies espressi in questo documento. Leggi di più Accetto