OnePlus 5 beccato ad imbrogliare nei benchmark

Dopo i precedenti condivisi con Meizu, OnePlus torna a “sbloccare” la CPU quando e dove meglio preferisce. Ovvero nei benchmark.

Dopo un’investigazione approfondita di XDA Developers è stato scoperto il motivo del così alto punteggio in multi-core del dispositivo.

Non appena il OnePlus 5 riconosce che un’applicazione di benchmark è stata lanciata, blocca letteralmente lo Snapdragon al massimo clock disponibile.

Non è di certo un overclock vero e proprio, ma il fattore ancora più grave è che il terminale vieta al processore il thermal throttling per tutta la durata del test.

Fortunatamente, finché si tratta di testare la CPU, OnePlus5 non raggiunge temperature pericolosamente elevate.

Non appena si mette alla prova la GPU di quest’ultumo, ecco che si rischiano oltre i 50 C° percepibili.

Non tutte le applicazioni di benchmark permettono lo sblocco della protezione termica, vi lasciamo quindi una lista di quelle supportate:

  • AnTuTu (com.antutu.benchmark.full)
  • Androbench (com.andromeda.androbench2)
  • Geekbench 4 (com.primatelabs.geekbench)
  • GFXBench (com.glbenchmark.glbenchmark27)
  • Quadrant (com.aurorasoftworks.quadrant.ui.standard)
  • Nenamark 2 (se.nena.nenamark2)
  • Vellamo (com.quicinc.vellamo)

Secondo il team di OnePlus questo è il modo per “mostrare il vero potenziale” del dispositivo.

Eppure noi, a volte, ci riferiamo ai nuovi smartphone come padelloni solo per scherzo…

Via GSMArena


Vi aspettiamo nel box dei commenti.

Se non vuoi perderti nessuna offerta presente su Amazon segui il nostro canale Telegram PianetaOfferte.

Manfredi Guarisco

Scritto da

Scoprendo il mondo della tecnologia, dei videogiochi e della buona musica con la sua prima console Playstation e Wipeout 3, rimane fedele ai principi cardine della sua infanzia. In ambito cosplay e gaming è conosciuto con lo pseudonimo di "AlisGelida".

Potrebbero interessarti....