Spotify nei guai – inizia male il 2018!

Nemmeno il tempo di iniziare un nuovo anno che il colosso dello streaming musicale Spotify si ritrova in guai abbastanza grossi.

Spotify è stata infatti denunciata la scorsa settimana da Wixen Music Publishing per infrazione di diritto d’autore. Wixen, che detiene i diritti di artisti del calibro dei The Doors, ha infatti chiesto la bellezza di 1,6 miliardi di dollari alla nota piattaforma di streaming ma per quale motivo?

Spotify

Spotify è accusata di aver usato migliaia di canzoni senza consenso e senza riconoscere il necessario compenso al detentore dei diritti. Wixen, oltre al risarcimento economico, ha richiesto un’ingiunzione che blocchi l’uso delle sue proprietà sulla piattaforma di streaming, facendo quindi sparire tutti i brani incriminati dal catalogo.

Spotify nei guai – inizia male il 2018!

Spotify the doors

Il motivo della diatriba sembra essere tutto colpa di Spotify stessa, si è infatti affidata ad un azienda terza che si occupa di diritti musicali. Il provider, dal nome Harry Fox Agency, non era però “attrezzato” in tal senso e questo potrebbe portare il servizio di streaming ad un esborso enorme. Non proprio una buona notizia se pensiamo che Spotify è prossima all’entrata in borsa.

Non è la prima volta che l’azienda svedese si ritrova in questa situazione, quest’estate infatti è stata costretta a pagare ben 43 milioni di dollari in licenze, e mancato pagamento di diritto d’autore ai diretti interessati, ma all’alba dei possibili 1,6 miliardi quei 43 milioni sembrano veramente noccioline.

Via PhoneArena


Vi aspettiamo nel box dei commenti.

Se non vuoi perderti nessuna offerta presente su Amazon segui il nostro canale Telegram PianetaOfferte.

Scritto da

Definito Lo Nerd fino dalla tenerà Età, negli anni ho fatto della mia passione un lavoro, la tecnologia è tutto il mio mondo e proprio da questo nasce PianetaSmart.it Google+

Potrebbero interessarti....