Quad DAC Hi-Fi di LG V20: Come funziona?

Il Quad DAC Hi-Fi di V20 in breve

Ed eccoci tornati a parlare di audio, di LG e della sua passione nell’implementare le stesse capacità di riproduzione musicale presenti in lettori portatili da 300$ in su… capacità che possono però essere sfruttate solo in determinate situazioni o circostanze. Per farvi al meglio un’idea, ecco la scorsa guida sull’attivazione del chip audio dedicato su LG V10 e G5 con modulo Hi-Fi Plus:

Leggi anche: DAC Hi-Fi a 32bit di LG V10 e LG G5 (Hi-Fi Plus): Come funziona?

Ebbene mancava all’appello proprio lui, V20! Oggi avremo a che fare con una configurazione molto diversa da quella delle guide precedenti. Nell’ultimo terminale di serie V, infatti, è stato integrato un SABRE 9218, il quale comprende tutt’altra componentistica rispetto al vecchio 9018: cambiano gli amplificatori (non viene specificato il nome della casa produttrice di questi), diminuisce (!) di 3dB il Dynamic Range massimo raggiungibile, viene meno (!!) la riduzione della distorsione armonica di ben 8 dB ma si evolve la tecnologia SABRE Hyperstream II usata, prima esclusivamente destinata ai Chip ESS di gamma PRO, quindi vietati all’implementazione su smartphone, invece qui l’abbiamo. In poche parole: sulla carta sembra peggio, ma quel che percepisce l’orecchio è meglio.

Perché conviene un DAC Hi-Fi?

Se paragonato a V10, infatti, viene meno qualche decibel in volume massimo, ma è come se mettessimo a confronto qualcosa che semplicemente “sparaespaziail suono (V10) contro qualcos’altro che “spara“, “spaziaepulisceil suono (V20), caratteristica notata soprattutto se si mettono a confronto entrambi i terminali forzandoli in modalità Alta Impedenza; per testare ciò ho ascoltato Space-Dye Vest dei Dream Theater, e le stringhe di chitarra sembrano essere di tutt’altra fattura su V20: cristalline, profonde, quasi come Petrucci le stesse plettrando in faccia a voi. In pratica un upgrade nei fatti, oltre che per gli usi che ne potrete fare: ascoltare musica, registrare video e file audio di qualsiasi tipo in Hi-Fi.

Chiarite quindi le differenze principali tra V20 e predecessore, passiamo dritti al punto: come attivare del tutto l’impianto Hi-Fi di LG V20 in modo da poter sentire la differenza tra l’ascolto con o senza DAC Hi-Fi? Ebbene, proprio come V10, il suo successore mette a disposizione un menù per l’attivazione/disattivazione del Quad DAC Hi-Fi, ma non per regolarne la potenza di volume in uscita (come in Meizu Pro5). E sempre come su V10, l’amplificatore entrerà in automatico nelle modalità seguenti a seconda delle condizioni di seguito elencate:

  • Dispositivo audio normale (low gain): se connettete auricolari o cuffie con una bassa impedenza (da 4 a 49 Ohm).
  • Dispositivo esterno connesso (high gain): se connettete una prolunga o splitter jack e dopo i vostri auricolari o cuffie, oppure se collegate il telefono ad uno speaker/impianto esterno tramite l’entrata Jack – non Bluetooth o USB.
  • Dispositivo ad alta impedenza (max. gain): se connettete auricolari o cuffie con un’alta impedenza (da 50 a 600 Ohm).

Nuove caratteristiche di LG V20 rispetto ai predecessori: se l’amplificatore verrà impostato su Dispositivo esterno connesso godrete di un ascolto ad alto volume anche disattivando il DAC Hi-Fi. L’amplificatore rimarrà comunque attivo finché non scollegherete il dispositivo dall’entrata jack. Non sarà necessario alcun tipo di applicazione come “Dac Fix for LG V10” per far funzionare funzionare il DAC al di fuori del lettore musicale di sistema: DAC e amplificatore saranno sempre attivi per qualsiasi applicazione si voglia usare.

Metodi per l’attivazione e soluzioni

I metodi per attivare l’amplificatore sono cinque, a scelta tra:

Senza l’ausilio di altri cavi:

  • Usare un paio di cuffie da 50 o più Ohm di impedenza.
  • Usare un paio di cuffie con comandi a filo.
  • Usare un paio di cuffie con cavo rimpiazzabile.

Con l’ausilio di altri cavi:

  • Usare una prolunga o splitter jack.
  • Usare un cavo con regolazione del volume analogica.

Video Guida (seconda soluzione non presente)

 

1 » Soluzione al primo metodo

Se già possedete delle cuffie/auricolari con 50 o più Ohm di impedenza dovrete solo preoccuparvi di connetterle al vostro smartphone e godere di tutta la potenza del chip audio dedicato. Questo requisito permetterà all’amplificatore integrato di raggiungere la modalità Dispositivo ad alta impedenza, quindi max. gain.

2 » Soluzione al secondo metodo

Possedendo un paio di cuffie/auricolari con comandi a filo sarà possibile arrivare l’amplificatore in high gain, ovvero Dispositivo esterno connesso. I passaggi da seguire sono semplici, anche se fastidiosi da eseguire mentre si è in movimento:

  1. Tenete premuto il tasto pausa presente nel telecomando delle vostre cuffie (solitamente quello centrale; se le cuffie hanno un tasto unico, impostatelo come tasto pausa)
  2. Connettete le cuffie al telefono senza lasciare la presa del tasto pausa.
  3. Attendente 4 secondi, quindi lasciate la presa del tasto.

3 » Soluzione al terzo metodo

Questa soluzione consiste nell’uso di un paio di cuffie/auricolari con cavo intercambiabile. L’amplificatore, impossibilitato a percepire l’impedenza del solo cavo senza senza cuffie/auricolari, verrà impostato in high gain, ovvero Dispositivo esterno connesso. I passaggi da seguire sono identici a quelli usati per LG V10/G5 con modulo Hi-Fi Plus:

  1. Separate le cuffie/auricolari dal cavo rimpiazzabile.
  2. Connettete il cavo rimpiazzabile nell’entrata jack del V20.
  3. Attendente finché il menù del Quad DAC Hi-Fi cambierà modalità in automatico in “Dispositivo esterno connesso“.
  4. Connettete le vostre cuffie/auricolari nella restante entrata del cavo rimpiazzabile.

4 » Soluzione al quarto metodo

Questa soluzione si basa sull’ingannare il riconoscimento dell’impedenza del DAC per la conseguente attivazione dell’amplificatore integrato tramite il collegamento di una prolunga o splitter jack in modalità high gain, quindi di nuovo in Dispositivo esterno connesso. I passaggi sono semplici:

  1. Connettete la prolunga o splitter nell’entrata jack del V20.
  2. Attendente finché il menù del Quad DAC Hi-Fi cambierà modalità in automatico in “Dispositivo esterno connesso“.
  3. Connettete le vostre cuffie/auricolari nell’entrata jack della prolunga/splitter.

5 » Soluzione al quinto metodo

Quest’ultima soluzione consiste nell’aumentare l’impedenza di un qualsiasi paio cuffie o auricolari che intendete connettere al telefono; per fare ciò sarà necessario l’uso di un cavo con regolazione del volume analogica con un’entrata jack femmina ed una a maschio (in pratica una prolunga jack con rotellina del volume), in modo che impostando un volume minimo dalla rotellina presente nel cavo daremo all’amplificatore l’idea che sia necessaria più potenza per pilotare le nostre cuffie, attivando l’amplificatore in max. gain (Dispositivo ad alta impedenza). I passaggi sono i seguenti:

  1. Connettete le vostre cuffie/auricolari al cavo con regolazione del volume analogica.
  2. Impostate, tramite la rotellina, un livello di volume molto basso, ma non pari a zero.
  3. Connettete il cavo con cuffie già collegate nell’entrata jack del V20.

Soluzioni consigliate e note

Bene, siamo giunti al termine di questa guida! Spero davvero di esservi stato utile. Adesso, però, lasciatevi consigliare la soluzione che ho personalmente adottato per l’ascolto musicale dal mio V20, sia domestico che fuori casa: la seconda. Se preferite spingere al massimo delle possibilità il Quad DAC consiglio in assoluto il quinto metodo (la differenza di volume tra high gain e max. gain è di ben 10 dB in favore della seconda tra le due).

Se invece siete di compagnia anche durante l’ascolto musicale, optate per la quarta soluzione acquistando uno splitter jack. Se odiate fili aggiuntivi a quelli delle cuffie allora optate per la terza soluzione, acquistando delle cuffie con cavo rimpiazzabile. Se preferite un ascolto prettamente domestico e disponete di un budget sufficientemente alto, allora adottate la prima soluzione.

Una nota importante è quella sull’efficienza energetica del nuovo Quad DAC Hi-Fi di V20: al contrario di quello montato su V10, quest’ultimo sarà attivo sempre e in qualsiasi applicazione, consumando energia soltanto nel momento in cui verrà riprodotto audio in cuffie analogiche; per questo, se non fate uso del dispositivo ma preferite tenere le vostre cuffie collegate non sarà necessario spegnere il DAC Hi-Fi per risparmiare energia.

Con questo è tutto. Adesso non resta che godere il massimo dal vostro V20 col vostro paio di cuffie preferite. Se avete dubbi o perplessità su qualche punto o passaggio da eseguire, commentate pure quest’articolo.

Buon ascolto!

 

Guida aggiornata al 29/07/2017.
Manfredi Guarisco

Scritto da

Scoprendo il mondo della tecnologia, dei videogiochi e della buona musica con la sua prima console Playstation e Wipeout 3, rimane fedele ai principi cardine della sua infanzia. In ambito cosplay e gaming è conosciuto con lo pseudonimo di "AlisGelida".

Potrebbero interessarti....

  • Gianni de Santis

    Salve io volevo sapere se non volessi usare questi accessori ci sarebbero degli auricolari(non cuffie)compatibili con questo tipo di dac?

    • Salve! gli unici tipi di cuffie o auricolari non compatibili sono quelle bluetooth, visto che il DAC può essere attivato con qualsiasi dispositivo venga connesso alla porta jack.

      Per lei che intende ascoltare musica durante la corsa, consiglio il secondo metodo di attivazione. Bastano degli auricolari con telecomando ed è fatta.

      • Gianni de Santis

        Grazie per la risposta ma io intendevo un paio di auricolari di un certo spessore i quali poter apprezzare la musica in tutto il suo splendore.Magari auricolari ad alta impedenza riconosciuti senza dover ingannare il dac audio non so se comprende il modo di esprimermi.

        • Ripeto che tutti gli auricolari e cuffie sono compatibili per godere dei benefici del DAC purché essi siano collegabili tramite lo spinotto jack. Se becca degli auricolari con 50 o più Ohm di impedenza non sarà necessario alcun cavo aggiuntivo, come preciso nella soluzione al 1° metodo.

          • Gianni de Santis

            Ecco volevo sapere quale marca e tipo di auricolari potrei acquistare per quel tipo di impedenza?

          • Dopo svariatissime ricerche sono giunto alla conclusione che non esistono auricolari con 50 o più Ohm di impedenza ancora in commercio, in Italia. L’unica falsa speranza la rappresentava VE Monk Plus, auricolari che tendono a vibrare e distorcere pesantemente il suono dal volume 60 su 75. So che è brutto da dire, ma non ci sono alternative ad alta impedenza per auricolari, a meno che non vi sia un brand più sconosciuto di VE Monk stessa che produca auricolari ad alta impedenza.

          • Gianni de Santis

            Ahhhh peccato davvero.Cmq in giro sul web ho trovato le RHA Ma750i crede sia un alternativa valida per apprezzare un suono di media fascia?

          • Mi sento di sconsigliare vivamente quel paio di cuffie, provate già a fondo un anno fa e reso avviato dopo due settimane. Se gradisce un suono freddo, quasi senza bassi, allora le RHA 750 fanno per lei. Se preferisce auricolari più neutri opti per le Xiaomi Hybrid Pro o 1 More Triple Driver. Se preferisce dei bassi ricchi assolutamente MDR EX-450.

          • Gianni de Santis

            ho trovato oltre alle ex 450 anche le ex 650,possono risultare migliori delle 450?

          • Si, ma solo di poco. L’ottone con cui vengono realizzate le 650 tende ad assumere macchioline verdi, per cui le sconsiglio in favore delle 450.

          • Gianni de Santis

            ho comprato su amazon le mdr ex650 e ho dovuto fare il reso per il pessimo suono che danno.Il suono è confusionale tra alti medi e bassi troppo prepotenti e cmq anche equalizzando non fanno il loro dovere.Provato le 450 di un mio amico e vanno molto meglio ma non soddisfacenti.Adesso ho messo gli occhi sulle 1more triple driver e credo sia l acquisto giusto.Vedremo.

  • Geco

    Non sono d’accordo sul fatto che il V20 suoni meglio del V10. Li ho entrambi e passando al V20 sono rimasto meno contento della qualità sonora. Il V20 mette leggermente in evidenza le alte frequenze e arretra ( ovvero fa perdere un po’ di corposità al suono) sui medi. Stesse impressioni confermate da un mio amico che ha entrambi i telefoni e preferisce il V10. Chiaramente, di primo acchitto, la leggera enfatizzazione sulle alte del V20 fa apparire il suono piu aperto e squillante e dunque più attraente, ma la considero una caratterizzazione del suono poco auspicabile su un prodotto High End.
    Per quanto riguarda il fatto che l’amplificatore rimane attivo anche con dac hi-fi spento questo è vero e penso che sia un accorgimento adottato per permettere di ascoltare con volume decente con cuffie ad alta impedenza anche la radio FM entrocontenuta e che notoraimente veicola un suono analogico, che non necessita di conversione (del DAC appunto).
    Sul V10 la radio FM con cuffie sopra i 50 ohm era inascoltabile come volume audio.
    Per l’ascolto della radio FM c’è da precisare che i vari clock interni al telefono generano un casino di spurie e disturbi audio, pertanto per fruirne decentemente bisogna praticamente traslocare sotto al ponte radio che trasmette il segnale.

    • Non è che l’ “enfatizzazione degli alti” è solo un risultato di un bilanciamento più accurato dato dal niovo hardware? V10 era neutral-warm, leggermente tendente di suo verso i medi e bassi, mentre V20 ha un timbro molto più neutrale. Ciò non significa che quest’ultimo faccia peggio del primo: si tratta di dati in carta e di gusti.

      Il Quad DAC permette un’equalizzazione più neutra (quindi più alta in tono di V10), oltre che sopprimere i fruscii di sottofondo del 50% in più rispetto al 9018. Tutto il resto è una questione di abitudine!

Questo sito utilizza i cookies. Utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire all’utilizzo dei cookies in conformità con i termini di uso dei cookies espressi in questo documento. Leggi di più Accetto