Recensione Cubot S550 Pro – Quad-Core al vetro!

Bentornati sulle pagine di PianetaSmart.it, dico bentornati perchè causa lavoro e qualche piccola problematica “tecnica” non toccavo il blog da quasi 1 mesetto, invece delle solite news ho pensato di tornare a scrivere parlando di uno smartphone economico di un azienda che non ha mai creato qualcosa di veramente potente rimanendo ancorata ai processori MediaTek Quad-Core.

Recensione cubot S550 ProCubot S550 è il primo Cubot che provo dai tempi del Cubot X11 di 2 anni fa ed ho notato con piacere che nonostante l’azienda sia rimasta legata a triplo filo ai processori Quad-Core, non osando quindi nulla lato hardware, abbia allo stesso tempo alzato l’asticella della qualità.

Cubot S550 Pro

Immagine

Prezzo 126€
Dimensioni151.7 x 76.5 x 7 mm
Peso 155 grammi
SIM Dual SIM, Micro/Nano SIM
DISPLAYTipoLCD IPS
Dimensioni 5.5″
Risoluzione 1280 x 720 HD
Multitouch Si
Protezione Vetro curvo 2.5D
PiattaformaOS Android 5.1 Lollipop
ChipsetMediaTek MT6735
CPU 4 Core Cortex A53 a 1.3 GHz
GPU ARM Mali-T720 MP2
MemoriaEspansione Micro SD fino a 128 GB
Interna 16 GB, RAM 3 GB
FotocameraPrincipale 8 Megapixel,Flash LED, Autofocus
Caratteristiche touch focus, Pip, HDR, Panorama
Video 1080p@30 FPS
Camera Frontale 5 Megapixel
ConnettivitàWi-Fi a/b/g/n, Wi-Fi Direct
Bluetooth 4
GPS A-GPS
NFC No
Radio Si
USB Micro USB 2
Sensori Impronte Digitali
Batteria 3000 mAh

 

Unboxing e Prime Impressioni

Cubot S550 Pro è uno smartphone da 126€, un prezzo “ridicolo” per un dispositivo con 3 GB di memoria Ram, proprio pensando al prezzo di vendita siamo rimasti piacevolmente stupiti dalla dotazione di serie che abbiamo trovato nel box di vendita.

Recensione cubot S550 ProAll’interno della confezione troverete, oltre al telefono, una custodia in plastica rigida, una pellicola pre applicata ed un ulteriore pellicola in vetro temperato con tanto di pannetti per pulire il display prima dell’applicazione, un caricatore da parete in formato europeo ed un cavetto micro usb di ricarica/dati, mancano purtroppo le cuffie ma ormai dai cinesi siamo abituati a non vederle.

Recensione cubot S550 ProUna volta impugnato il Cubot S550 Pro ci accorgiamo subito che la costruzione è di altissimo livello, l’ormai solito trito e ritrito clone di un Sony Xperia con doppio vetro e frame metallico. Se l’originalità non è sicuramente di casa Cubot non possiamo dire nulla sulla qualità percepita, il touch and feel è veramente buono per un dispositivo da meno di 150€, S550 Pro è sottilissimo ma nonostante questo si riesce ad impugnare molto bene.

Costruzione e Materiali

Come detto in precedenza Cubot S550 Pro è veramente carino, un panino di metallo e vetro bello da vedere e che potrebbe fare sicuramente bella figura. Le dimensioni non sono malvagie e nonostante il display da 5.5 non lo renda sicuramente piccolo i bordi attorno al pannello sono sottili e aiutano non poco il grip, anche il frame aiuta in tal senso essendo stondato per “accomodarsi” meglio fra le nostre mani.

Recensione cubot S550 ProSul frontale del telefono troviamo il già citato display da 5.5 HD, i tasti soft touch( non illuminati) e tutti i sensori attorno alla capsula auricolare. I tasti soft touch sono a dir poco anacronistici, quello di sinistra che ormai ha la funzione multitasking in quasi tutto il panorama Android funge invece da tasto menù come nei “vecchi” telefoni con Gingerbread.

Il retro è l’apoteosi della pulizia, troviamo infatti solo la fotocamera con il suo flash led ed il sensore di impronte digitali quadrato.

Dotazione Hardware

Eccoci arrivati alla nota dolente, Cubot da circa un anno propone solo ed esclusivamente terminali dotati della piattaforma MediaTek Mt6735 Quad-Core, nel tutto c’è qualcosa di positivo però visto che Cubot non ha fatto la stronzata di usare pannelli Full HD limitandosi alla risoluzione HD che aiuta non poco un chip di base molto “fiacco”.

Recensione cubot S550 ProSe il Soc non è sicuramente il punto forte di questo terminale, i 3 GB di Ram(unica differenza dalla versione non Pro di S550) ed i 16 GB di memoria utente espandibile sono sicuramente una graditissima aggiunta. Il resto della dotazione comprende una fotocamera posteriore da 8 Megapixel ed una frontale da 5 Megapixel(che grazie all’interpolazione software scattano a 13 e 8 Megapixel), un display LCD IPS da 5.5″ a risoluzione 1280 x 720 HD, un sensore di impronte digitali ed una batteria da 3000 mAh.

Display

5.5″, potrei concludere qui questo paragrafo, ormai questa diagonale è praticamente sinonimo di Cina ed è seriamente difficile non sentirsi in parte “nauseati” da questa scelta, tolte le considerazioni personali però Cubot ha molto da dimostrare in campo display visto il suo passato non troppo entusiasmante.

Recensione cubot S550 ProFortunatamente per noi S550 Pro, nonostante la risoluzione “solo” HD è di un altro livello rispetto al passato di Cubot e, anzi, offre una chicca interessante per evitare che si vedano troppo i pixel del pannello. Cbot S550 Pro usa infatti un effetto tipo Antialiasing che ammorbidisce tutti i bordi delle immagini, una specie di interpolazione che rende tutto più rotondo ed evita le scalettature.

Buona anche la riproduzione dei colori e la luminanza di picco anche se il contrasto non è a livelli cercamente memorabili.

Prestazioni e Benchmark

Per riprendere il discorso di prima, non aspettatevi numeri e prestazioni elevate, Cubot S550 Pro è un telefono di fascia bassa e la potenza a disposizione è limitata per via di soli 4 core Cortex A53.

Recensione cubot S550 Pro
Per fortuna nell’uso quotidiano e non guardando solamente i numeri si comporta bene, vi proponiamo in ogni caso per completezza i nostri soliti benchmark per vedere, numeri alla mano, cosa è capace di fare Cubot S550 Pro.

  • AnTuTu : 21013
  • Geekbench Single-Core : 597
  • Geekbench Multi-Core : 1689
  • Basemark OS : 688

Software e UI

Quanto detto per il display vale anche in questo frangente, Cubot come tutti i produttori Cinesi minori utilizza l’ormai famosissimo Launcher 3 con qualche piccola modifica, tipo un pacchetto icone abbastanza brutto. La versione di Android che muove il tutto è la 5.1 Lollipop ormai datata, ma dal chip Mt6735 non possiamo pretendere di più essendo datato anche lui.

Recensione cubot S550 ProNon mi dilungherò troppo in questo paragrafo, Cubot ha solo integrato alcune gesture ormai standard su quasi la totalità dei prodotti concorrenti quindi nessuna novità da “raccontare”.

Multimedia e Fotocamera

Non aspettatevi nessun tipo di personalizzazione nemmeno in campo multimediale, il lettore musicale e la fotocamera sono infatti quelle stock mediatek. La vera sorpresa è la potenza e la qualità audio, veramente di altissimo livello per un telefono da 120€.

Recensione cubot S550 ProLato fotocamera abbiamo 2 sensori da 8 e 5 megapixel che grazie all’interpolazione software sono in grado di scattare  a 13 e 8 megapixel con risultati abbastanza deludenti, vista però la fascia di prezzo non si poteva veramente pretendere di più.

Ricezione e Parte telefonica

Se fino ad ora come smartphone Cubot S550 Pro è stato abbastanza deludente, lato telefonia non possiamo assolutamente lamentarci, vibrazione potente, ricezione nella media, buona capsula auricolare ed un ottimo vivavoce ne fatto un ottimo muletto dove piazzare la sim secondaria per fare molte telefonate!

Autonomia

3000 mAh, chip Quad-Core che consuma poco e schermo con pochi pixel, la ricetta perfetta per avere un telefono da 2 giorni pieni, veramente ottima l’autonomia di questo Cubottino, ribadiamo il discorso precedente che come secondo telefono o come primo Android per chi ha poche pretese può essere veramente consigliabile.

Recensione cubot S550 Pro

Considerazioni Finali

Solitamente le mie recensioni hanno il doppio delle parole, ma complice il poco tempo e le poche cose da dire su questo Cubot S550 Pro siamo già arrivati alla fine.

Recensione cubot S550 ProDetto questo il Cubot recensito oggi riesce ad essere un buon compagno di viaggio per chi ha già un dispositivo prestante o può essere una buona scelta per chi non ha bisogno di potenza ed ha bisogno solo delle funzioni smart di Android.

Cubot S550 Pro può essere un ottimo regalo per “il nonno” o per “il nipotino”, costa poco, fa tutto(piano a volte) ed ha una buonissima parte telefonica, al prezzo di 120€ non si può davvero chiedere di più.

Scritto da

Definito Lo Nerd fino dalla tenerà Età, negli anni ho fatto della mia passione un lavoro, la tecnologia è tutto il mio mondo e proprio da questo nasce PianetaSmart.itGoogle+

Potrebbero interessarti....

Questo sito utilizza i cookies. Utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire all’utilizzo dei cookies in conformità con i termini di uso dei cookies espressi in questo documento. Leggi di più Accetto