Recensione Nubia Z11 Max – 6 Pollici al TOP

Nubia, forte del suo ingresso ufficiale in Italia, porta finalmente anche nel nostro paese il suo mostro da 6″. Scopriamo insieme se ne vale la pena!

Chi ci segue da un po sa quanto il sub-brand di ZTE, ovvero Nubia, ci piaccia e ci stupisca sempre. Abbiamo avuto modo di parlarvi di Nubia Z11, Z11 Mini e Z11 Mini S(in attesa di un sample finale per la recensione completa), siamo quindi pronti ora per parlavi dell’ultimo tassello della serie Z11, un gigante da 6″ che non rinuncia a nulla e, sulla carta, può tranquillamente dire la sua nel vasto mercato mobile.

Nubia Z11 Max

Nubia Z11 Max

 

Prezzo 349€
Dimensioni159.2 x 82.3 x 7.4 mm
Peso 185 grammi
SIM Nano Sim/Dual Sim
DISPLAYTipoSUPER Amoled
Dimensioni 6″
Risoluzione 1080 x 1920 Full HD (368 dpi)
Multitouch Si
Protezione Corning Gorilla Glass 3
PiattaformaOS Nubia UI 4.0 Android 6.0.1 Marshmallow
ChipsetQualcomm MSM8976 Snapdragon 652
CPUOcta-core (4×1.8 GHz Cortex-A72+4×1.4 GHz Cortex-A53)
GPU Adreno 510
MemoriaEspansione Micro SD fino a 256 GB
Interna 64 GB, RAM 4 GB
FotocameraPrincipale16 MP, f/2.0 Megapixel, Dual Flash LED, Autofocus
Caratteristiche touch focus, Pip, HDR, Panorama
Video2160p@30 FPS
Camera Frontale 8 MP f/2.4
ConnettivitàWi-Fi a/b/g/n/ac, Wi-Fi Direct, Dual-Band
Bluetooth 4.2
GPS A-GPS
NFC
Radio Si
USB Usb Type-C
Sensori Impronte digitali
Batteria4000 mAh

 

Costruzione e Materiali

La serie Z di Nubia non ha più bisogno di presentazioni su questo fronte. In passato la serie Z5 e Z7 furono caratterizzate da abbondanti dosi di plastica, ottima per carità, che non rendevano di certo “Premium” un device Nubia. Con la serie Z9 è tutto cambiato e ci troviamo in mano degli ottimi mattoncini metallici, ci dispiace non ritrovare il vetro posteriore di Z9 Max ma non possiamo lamentarci.

Recensione Nubia Z11 Max

Nonostante i 6″ le dimensioni sono relativamente umane e solo il metallo posteriore ci fa imprecare un pochino rendendo a volte il dispositivo scivoloso. Detto questo il touch and feel è di livello sicuramente, il telefono è pesante al punto giusto, di quella pesantezza che da una sensazione di solidità e non è per nulla fastidiosa.

Il frontale è molto ben ottimizzato ed ospita il display da 6″, i tasti soft touch con l’immancabile cerchio Nubia e la capsula auricolare con relativi sensori. Non manca ovviamente una fotocamera frontale da ben 8 Megapixel. Una cosa che abbiano purtroppo notato è il bordino nero attorno al display, una soluzione estetica veramente infelice su colorazioni chiare, come nel nostro caso.

Recensione Nubia Z11 Max

Sul retro troviamo invece la fotocamera principale da 16 Megapixel, anche lei circolettata di rosso come da tradizione Nubia, ed il sensore di impronte digitali(un ottima sorpresa e poi scoprirete il perchè).

Dotazione Hardware

Nubia Z11 Max integra al suo interno il chip forse meno usato del 2016, ma non per questo da buttare via. Parliamo dello Snapdragon 652 di Qualcomm, una soluzione Octa-Core che sfrutta CPU standard di ARM e capace di prestazioni veramente eccezionali per la fascia di prezzo. Snapdragon 652 è un SOC di fascia medio/alta con caratteristiche molto simili a quelle del Kirin 950/955 di Huawei e si compone di 2 cluster in configurazione big.LITTLE con 4 Cortex A72 ad alte prestazioni  affiancati da 4 Cortex A53 per le operazioni leggere.

Recensione Nubia Z11 Max

Lato CPU siamo addirittura sopra allo sfortunato Snapdragon 810 come prestazioni mentre la GPU Adreno 510 è sicuramente più debole, se ben più recente, della 430 dell’ex top di gamma Qualcomm.

 

Molto interessante il resto della dotazione per il prezzo proposto che comprende ben 4 GB di memoria e 64 GB di memoria utente espandibile con Micro SD con ulteriori 256 GB.
Una dotazione di base che farà sicuramente la gioia di quelli che un telefono puntano a tenerlo per tanto tempo e che difficlmente si può trovare su dispositivi di pari categoria.

Recensione Nubia Z11 Max

Le fotocamere sono rispettivamente da 16 e 8 Megapixel, il display da 6″ Amoled ha una risoluzione di 1920 x 1080 pixel mentre la batteria che muove tutto questo popò di roba è da 4000 mAh.

Display

Ecco una bellissima novità in casa Nubia Z, un bel display a tecnologia Amoled. Personalmente parlando il primo dispositivo Nubia con display auto emittente che provai fu il My Prague, e fu proprio quello che mi fece innamorare dell’estetica della Nubia UI.

Recensione Nubia Z11 Max

Non sono molto un amante degli Amoled, o meglio non li preferisco agli LCD per forza, ma ammetto che su certe UI sembrano cuciti su misura, ed è proprio il caso della Nubia UI, i colori molto contrastati, il font, la forma delle icone e dei dettagli sono perfetti per questo tipo di tecnologia. Guardando il telefono si ha un effetto decisamente bello da vedere e che regala un senso di “stile” quasi unico, solo la Flyme in coppia con un display Amoled mi fa lo stesso effetto.

Recensione Nubia Z11 Max

Detto questo parliamo di tecnica, nel 2017 ormai non ha senso descrivervi le differenze fra un pannello LCD ed uno Amoled, e non ha nemmeno senso parlare di superiorità fra uno e l’altro, bene o male le due tecnologie si equivalgono avendo i propri difetti. Uno dei difetti che può avere un display Amoled è relativo alla luminosità, e quindi alla visione sotto la luce del sole diretta, per fortuna nostra Nubia Z11 Max non ha di questi problemi, non siamo di fronte all’Amoled più luminoso mai visto sia chiaro, ma sotto il sole lo si vede tranquillamente.

Recensione Nubia Z11 Max

Davvero molto buona la risposta al touch oltre che la calibrazione di fabbrica, la Nubia UI permette di scegliere la temperatura colore in caso vi sembri troppo fredda out of the box.

Concludiamo dicendo che 6″ per quanto possano essere scomodi a volte sono sempre una goduria, è una dimensione abbastanza piccola da stare in tasca ma abbastanza grande per permettere di “creare” e fruire di qualsiasi contenuto senza problemi.

Prestazioni e Benchmark

Lo Snapdragon 652 potremmo definirlo un parente del Kirin 950 di casa Huawei , lato CPU sono infatti identici e differiscono solo nella GPU, con la Adreno 510 capace di prestazioni migliore della Mali T-880 del Kirin. L’unica cosa che NON lo rende davvero Top è la mancanza di alcune feature e compatibilità, ad esempio la Ram supportata è più lenta rispetto allo Snapdragon 820. Snapdragon 652 è un SOC Octa-Core in configurazione big-LITTLE 4+4.

Recensione Nubia Z11 Max

La potenza in questo Chip non manca davvero, numeri alla mano non siamo molto distanti dalle prestazioni dello Snapdragon 810 del 2015, in più casi siamo anche sopra, e gli scarsi numeri del 615/6/7 sono solo un lontano ricordo. I Cortex A72,la penultima incarnazione di CPU di fascia altissima di ARM, spingono come dei dannati e permettono prestazioni veramente al TOP della categoria, davvero non vi sembrerà di avere in mano un telefono da “soli” 350€.

Facciamo un piccolo appunto per questo paragrafo, durante la nostra prova abbiamo ricevuto un aggiornamento da parte di Nubia ed il telefono ha cambiato volto, tutti i lag della prima ora sono spariti e anche gli impuntamenti, se doveste comprarlo controllate immediatamente gli aggiornamenti perchè potrebbero fare davvero la differenza.

Come sempre e per completezza vi lasciamo con i risultati dei benchmark più famosi.

 

Software e UI

Diciamolo subito, se non avessimo ricevuto il famoso aggiornamento di cui parlavamo prima  questo paragrafo l’avremmo probabilmente saltato a pie pari, detto questo continuiamo.         Abbiamo imparato negli anni ad apprezzare la Nubia UI, una personalizzazione di Android fra le più complete ad oggi sul mercato, ne più ne meno di quanto visto su Nubia Z11.

Zte non inventa nulla e la maggior parte delle funzioni che troviamo sui Nubia sono palesemente copiate da altri produttori, potremmo definire la Nubia UI un minestrone di un sacco di interfacce e produttori diversi. Non per questo però va accusata Zte, anzi, nonostante le copie il tutto è integrato perfettamente e tutto funziona maledettamente bene, dopo il famoso aggiornamento non abbiamo mai avuto nessuna incertezza, ne lag, ne crash e ne problemi di nessun tipo durante le nostre intense prove, possiamo dire con certezza che ad oggi la Nubia UI è una delle migliori del panorama Android senza nessunissimo dubbio.

Eviteremo di descrivervi per filo e per segno la UI di Nubia Z11, ci vorrebbe troppo tempo, ci limiteremo a descrivervi a grandi linee quello con cui avrete a che fare una volta preso in mano un qualsiasi Nubia del 2015/2016.

Partiamo con gesture e funzioni, molto interessanti le Edge Gesture introdotte con Nubia Z9 Borderless e che permettono di usare il telefono in maniera totalmente nuova, facendo degli swipe sui bordi del display potremo infatti aprire applicazioni, funzioni personalizzate o cambiare fra le varie app aperte in background, sembra arcaico detto così ma vi garantiamo che una volta presa la mano difficilmente abbandonerete queste funzioni. Per chi conoscesse già le Edge gesture dopo averle provate su Z9 abbiamo notato che lo switch fra le varie applicazioni ha adesso una nuova animazione simile allo sfogliare di una pagina, davvero carina.

Non mancano gesture classiche come il doppio tap per svegliare il display, girare il telefono per silenziare la suoneria delle chiamate in arrivo e tante altre che nello scrivere ci siamo dimenticati, sono davvero tantissime.Troviamo anche lo split screen per usare al meglio tutti i cavalli sotto il cofano, uno split screen totale, avrete realmente a disposizione 2 Home screen e potrete aprire contemporaneamente 2 applicazioni in tempo reale, se usate il vostro telefono lavoro amerete questa funzione, come amerete quella che state per leggere.

Esiste anche una modalità ad una mano in questo Nubia Z11 Max, una cosa a dir poco vitale viste le dimensioni, che permette di diminuire le dimensioni della UI per raggiungere agevolmente le varie zone con una sola mano, utilissima se dovete scrivere un messaggio al volo ed anche molto intuitiva da attivare, vi basterà infatti tenere premuto uno dei due tasti soft-touch sul fronte del telefono per attivarla e allo stesso modo per chiuderla.

Z11 Max può vantare anche la doppia finestra, con uno swipe verso l’alto partendo dal bordo inferiore del display si dividerà lo schermo in due e avremo a disposizione 2 launcher, purtroppo non tutte le app sono supportate a dovere ma il 90% delle nostre di uso quotidiano non hanno presentato problemi.

Non è però tutto oro quello che luccica, una funziona in particolare è decisamente odiosa se attivata, parlo della modalità “Super cattura schermata” che si può attivare tenendo premuto il sensore biometrico, di per se sarebbe utilissima visto che permette di tagliare e disegnare sugli screenshot o addirittura di registrare la schermata in video, il problema è che essendo troppo sensibile il sensore capita troppo spesso che si attivi quando non vogliamo, Z11 Max ha rischiato di volare contro il muro diverse volte per questo costringendoci a disattivare tale funzione.

Ammettiamo che c’è ancora qualche piccolo bug sporadico, ad esempio nella gestione delle notifiche ma per essere l’anno 0 di Nubia nel mercato Italiano/Europeo siamo fiduciosi del fatto che migliorerà nel tempo.

Multimedia e Fotocamera

Per quanto riguarda il software e l’hardware della fotocamera, non posso fare altro che rimandarvi a quanto scrissi per Nubia Z11, che come sempre quando faccio questo colorerò di blu!

Così come per la UI anche la parte multimediale è uno dei cavalli di battaglia di Nubia, il lettore musicale è fra i più belli esteticamente in tutto il panorama Android, molto bello da vedere, completissimo come opzioni e maledettamente facile da usare, vi assicuriamo che sarà un piacere utilizzare Nubia Z11 come lettore multimediale. Nel caso di Z11 Max però l’audio è decisamente più potente, forse per via delle dimensioni più generose del terminale.

Recensione Nubia Z11 Max

Per quanto riguarda la fotocamera invece potremmo parlarne per ore, il software di Nubia Z11 è fra i più completi in circolazione, le funzioni sono tantissime e permettono di fare scatti d’alto livello, merito anche del sensore da 16 Megapixel, oltre che divertirvi in compagnia degli amici. Le opzioni sia automatiche che manuali sono davvero tante e ringraziamo i nostri amici di ZTE che all’IFA 2015 e poi 2016 ci hanno mostrato come usarle al meglio.

Vi lasciamo con qualche scatto di prova per capire al meglio cosa riesce a tirare fuori questo sensore Sony Exmor RS.

Ricezione e Parte Telefonica

La ricezione ormai è un parametro che potremmo non considerare a meno che non si tratti di un Top assoluto o di una schifezza cosmica. Z11 Max sta nel mezzo, più verso il top che non verso lo schifo anche se non proprio al top top. L’applicazione telefona è carina, niente di trascendentale da strapparsi le vesti però, esattamente come la ricezione “sta nel mezzo”.

Autonomia

Ecco finalmente il nostro campo preferito, la durata della batteria è ormai un parametro vitale per valutare bene o male un telefono. Z11 Max forte dei suoi 4000 mAh non si comporta affatto male, anzi. L’ultimo dispositivo da 6″ con 4000 mAh degno di nota prima di Z11 Max è stato il mitico Huawei Mate 8, un vero campione di autonomia, ed il gigante di Nubia riesce tranquillamente a tenergli testa.

Recensione Nubia Z11 Max

Abbiamo chiuso una giornata di uso stress con 7 ore di display e giornate più leggere arrivando senza nessun problema a 8 ore, niente male per un dispositivo da 6″.

In caso riusciate a consumare tutta la batteria durante la giornata, impossibile, è comunque presente la carica rapida 3.0, grazie anche al caricatore QuickCharge in confezione, per ricare velocemente l’enorme batteria da 4000 mAh.

Considerazioni Finali

Possiamo concludere qui il nostro viaggio alla scoperta del gigante di Nubia, il primo vero gigante di questo marchio visto che i Max degli anni scorsi si fermavano a “soli” 5.5″ di diagonale.

Come primo “esperimento” in campo UltraPhablet non possiamo che fare i complimenti a Nubia, nonostante l’hardware non sia al Top come quello di Z11 Borderless non rinuncia assolutamente a nulla, ne a 4 GB di Ram ne ai 16 Megapixel di fotocamera. Un telefono nel complesso piacevolissimo da usare e con un rapporto qualità prezzo invitante.

Recensione Nubia Z11 Max

Nubia sta migliorando sempre di più anche lato supporto, ricordiamo che a differenza dei precedenti questi sono i primi Nubia ad arrivare ufficialmente in Italia ed è quindi una prima volta per loro, tolto qualche problemino sporadico con le Gapps(ricordiamo il fastidioso bug di Z11 con le notifiche di Gmail) non abbiamo difetti macroscopici da segnalare.

Nubia Z11 Max è una scelta interessante per chiunque voglia un telefono enorme per l’uso giornaliero, un ottima alternativa allo Xiaomi Mi Max(di cui condivide parte della scheda tecnica) ad un prezzo di 349€ nei negozi fisici o sullo store ufficiale Nubia Italia. Difficilmente si compra qualcosa di simile con garanzia e supporto Italiano a questa cifra.

 

Nubia Z11 Max

349
Nubia Z11 Max
8.475

Display

9/10

    Costruzione/Ergonomia

    8/10

      Performance

      8/10

        Multimedia

        9/10

          Audio

          9/10

            Ricezione

            9/10

              Autonomia

              9/10

                Qualità/Prezzo

                9/10

                  Cosa ci piace

                  • Rapporto dimensioni/display
                  • Autonomia
                  • Software fotocamera
                  • Audio potente
                  • Funzioni Edge.....

                  Cosa NON ci piace

                  • ....non troppo funzionali
                  • Qualche bug qua e la
                  • Ergonomia non al Top

                  Scritto da

                  Definito Lo Nerd fino dalla tenerà Età, negli anni ho fatto della mia passione un lavoro, la tecnologia è tutto il mio mondo e proprio da questo nasce PianetaSmart.itGoogle+

                  Potrebbero interessarti....

                  • -Simone-

                    Un “Tab-phone” ben ottimizzato e con ottimo hardware. Magari ancora da affinare il software per far sparire i bug e rendere più funzionale il fingerprint, e le sue funzioni. Togliere il “Super Cattura schermata” e far avviare la fotocamera con doppio tocco, anche da spento!

                    • il super cattura schermata è la cosa più odiosa mai provata, utile di per se ma boh…. fai una partita a qualsiasi gioco e se cambi impugnatura pam, si interrompe tutto!

                      • -Simone-

                        Fortunatamente si può disattivare.

                      • guerz86

                        Giustissimo.

                  • Rollo Funebre

                    Non capisco la scelta di chiamarlo z11.. contenti loro

                    • guerz86

                      E’ la continuita’ del progetto. Z7 Z7 Max, Z9 Z9 Max e adesso anche Z11

                      • Rollo Funebre

                        Colpa mia , non conosco lo storico Nubia, solo che non avendo la caratteristica Edge ti Edge non capivo il senso di chiamarlo z11

                        • guerz86

                          Figurati siamo qui per questo 😀

                  • Vderiu

                    Nella recensione parli di una funzione di utilizzo con una sola mano. Come faccio ad attivarla ?Con i tasti soft touch ho trovato in tutti i modi ma non riesco……Puoi aiutarmi?

                  • Pingback: Nubia Z11 Max: 6" Snap 652 4 Gb Ram 64 gb Storage - ZTE Nubia Z11 Max - P29 - Androidiani()

                  Questo sito utilizza i cookies. Utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire all’utilizzo dei cookies in conformità con i termini di uso dei cookies espressi in questo documento. Leggi di più Accetto