Recensione Xiaomi Redmi 4 Pro: BEST BUY EVER!

Fascia media che non ha paura dei top di gamma!

Ebbene si, Xiaomi si è davvero superata a questo giro! Dopo gli ottimi Redmi Pro e Redmi Note 4, anche Redmi 4 Pro sembra tutto fuori che un telefono di fascia medio-bassa!

photo64161365839960333

In effetti la fascia media non è mai stata rappresentata da Xiaomi con una vera e propria Line-up, provando a far uscire il Mi 4i ed il Mi 4c, che però per adesso non hanno successori.

Il Redmi 4 Pro è un telefono che per la cifra che si paga, offre anche troppo. Posizionandosi con il prezzo nella fascia bassa, ma con le prestazioni, siamo nella fascia medio/alta! Scopriamolo insieme!

Confezione

All’interno della confezione di Redmi 4 Pro troviamo il solito caricatore con attacco cinese (vedremo mai un caricatore europeo?) ed il cavo USB/MicroUSB. Un passetto indietro per Xiaomi che decide di non adottare il nuovo standard Type C. Confezione in cartone bianco opaco come tutte le scatole della casa cinese.

Ergonomia e materiali

photo64161365839960334

Se tutti i telefoni a circa 200 euro fossero costruiti come questo, diminuirebbe molto il gap tra la fascia media e quella alta. Il telefono è costruito benissimo, con una back cover in metallo che fa invidia agli “scricchiolosi” medio gamma in commercio oggi. Sulla parte frontale è installato un display con curvatura 2.5D che fa ancora di più apparire il Redmi 4 Pro un telefono di fascia alta.

photo64161365839960336

Lo smartphone misura 141.3 x 69.6 x 8.9 mm e pesa 156 grammi: si tiene bene in mano, sembra un mattoncino, e la scivolosità non è così accentuata, anche se una cover fa sempre comodo. Ottime le dimensioni, 5 pollici sono per me le dimensioni ideali per un telefono.

photo64161365839960337

Display

Il pannello IPS frontale da 5 pollici con risoluzione FHD è un’ottima unità che riproduce bene i colori anche se dopo un’aggiustatina, andando nelle  impostazioni del display. Angoli di visione buoni nonostante si notino i neri tendenti al grigio, specialmente di sera al buio. Ottimo il touchscreen che risponde bene ai tocchi.

photo64161365839960338
photo64161365839960340

Il vetro non è particolarmente oleofobico, anche se con una passata sui pantaloni, spariscono in fretta le ditate.

Hardware

La dotazione hardware è da non sottovalutare: Snapdragon 625 con 3 GB di Ram e la GPU Adreno 506 fanno girare il terminale da dio, senza mai avere un rallentamento o un lag.

photo64161365839960341

Da sottolineare come il telefono rimanga sempre sulle basse temperature e come la batteria sia fenomenale, soprattutto in uno spessore abbastanza contenuto, ma di questo ne parleremo più tardi.

Come già detto il corpo in metallo è davvero ben costruito, con un assemblaggio da paura!

Peccato per i tasti non retroilluminati ed il motorino della vibrazione, unici veri nei della dotazione hardware.

photo64161365839960343

Completano la dotazione hardware la connetivvità WiFi, LTE e Bluetotth, la presenza di una NanoSim, GPS aGPS Glonass ed il  sensore di impronte digitali, che funziona bene ed è veloce.

Fotocamera e Multimedia

In arrivo le foto scattate con lo smartphone!

La fotocamera è una 13 mpx sul retro, scatta foto a 4160 x 3120 pixel, ha un apertura focale F 2.2 ed è presente un doppio LED flash. Si ok ma come scatta le foto? La risposta è: neh… Tradotto: niente di eccezionale.

Per un telefono da circa 200 euro, ci sta…

In particolare si perde molto di qualità quando la luce inizia a calare, ma anche in condizioni di buona luce, la qualità dello scatto non è buona, lo zoom è pessimo e la stabilizzazione digitale (non ottica) non permette di avere scatti nitidi e fermi.



Software

La MIUI che conosciamo già molto bene è ormai diventata una sicurezza. La versione 8 poi porta una ventata di aria fresca e svecchia la UI in maniera piacevole. La versione di Android è la 6.0.1 e sul nostro terminale è installata la ROM sviluppata direttamente da Miui Italia, basata sulla versione 6.11.24 “sviluppatore”.

Ottima la gestione delle app e della sicurezza del dispositivo e molto ben ottimizzato il consumo di RAM del dispositivo!

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il sistema gira bene, è fluido e non si impunta mai, complice il processore che quest’anno ha fatto godere tanti utenti per durata della batteria e prestazioni, lo Snapdragon 625.

Troviamo tutte le app nella schermata home, la sezione temi, e la suite delle app di sistema proprietarie di Xiaomi, belle graficamente e molto funzionali.

Ricordiamo che la rom installata sul nostro device è quella sviluppata da MIUI Italia, perciò monta la lingua italiana e le app Google pre-installate.

Interessante la possibilità di poter clonare le app e usufruire di due account sul telefono (per esempio Whatsapp, Telegram ecc…); bello il nuovo design più adatto ai tempi e reso più “flat”.

Software buono ed hardware ottimizzato sono le caratteristiche che rendono questo Xiaomi uno degli smartphone meglio riusciti di sempre!

 

Ricezione, parte telefonica e audio

La ricezione è buona, non ottima come un Huawei o i nuovi Moto Z, ma comunque se la cava bene, anche dove altri cascano. L’audio che esce dalla capsula auricolare è alto e nitido, simile a quello di Huawei P9 Lite, che è molto buono, anche se a volume massimo inizia un po a gracchiare.

photo64161365839960339
Il microfono registra bene e, nelle telefonate, l’interlocutore ci sente bene quasi sempre. 

Lo speaker posto sulla parte inferiore è di buona qualità, anche se il suono che esce sembra un po ovattato, e a volume massimo inizia a sgranare.

photo64161365839960335

Batteria e autonomia

Possiamo anche saltare questo punto, poichè lo Xiaomi Redmi 4 Pro è campione in autonomia e tiene testa anche all’enorme batteria di Nubia N 1, impresa molto ardua.

Tutto ciò è possibile grazie all’ottimizzazione effettuata sul processore Snap 625 (TOP CPU OF THE YEAR), ed alla batteria da ben 4100 mAh. 

photo64161365839960380

Nei nostri test siamo arrivati addirittura a fare 9 ore di schermo attivo con un utilizzo medio/alto, spegnendosi il giorno dopo intorno a metà mattinata. Insomma, un’autonomia TOP senza rinunciare ad un’ottima fluidità e uno schermo tutto sommato buono, soprattutto tenendo conto che è in risoluzione FHD! Ottimo lavoro Xiaomi!

Considerazioni finali

Beh non ci sarebbe bisogno di dirlo dopo aver letto tutta la recensione, ma mi sento in dovere di ripeterlo: Xiaomi Redmi 4 Pro è DAVVERO UNO SMARTPHONE PRO! Materiali top, autonomia top senza rinunciare alle prestazioni e prezzo davvero accattivante.

Se non vi interessano fotocamera e qualità audio, questo è lo smartphone che fa per voi, o per chi ha bisogno di arrivare a sera senza doversi portare dietro il caricatore.

Insomma, noi di Pianetasmart.it ci sentiamo di consigliare a pieno lo Xiaomi Redmi 4 Pro se siete intenzionati ad acquistarne uno, che sia il vostro muletto o il vostro telefono principale, sappiate che andate sul sicuro, non in tutto certo, ma per 170€, cosa potete chiedere di più!

Vi aspettiamo nel BOX DEI COMMENTI per sentire cosa ne pensate VOI di Redmi 4 Pro!

 

Antonio Piattelli

Scritto da

Appassionato di tecnologia, curioso di provare tutte le novità che ha da offrirmi questo mondo...

Potrebbero interessarti....

Questo sito utilizza i cookies. Utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire all’utilizzo dei cookies in conformità con i termini di uso dei cookies espressi in questo documento. Leggi di più Accetto