Xperia XA1 e XA1 Ultra: Grandi Schermi per Grandi Fotocamere

La casa nipponica annuncia due nuovi terminali di Medio/Alta Gamma con specifiche invitanti in comparto fotografico e multimediale.

Mobile World Congress 2017, Barcellona. Sony annuncia la sua nuova serie Xperia XA1, prevedendo anche un fratello maggiore per la versione Standard da 5.2 pollici: Xperia XA1 Ultra, equipaggiato con un display di ben 6 pollici di diagonale. Queste sono quindi le differenze principali tra i due terminali XA1, ma adesso analizziamoli più profondamente in specifiche tecniche e in cos’altro differiscono tra loro.

Display

Differenza più evidente, tuttavia parte costruttiva ben curata in entrambi i dispositivi. Come avrete appena letto, l’unità presente su XA1 sarà un 720p da 5.2″, mentre quelle montate sulla versione Ultra vanteranno una diagonale di 6″ (proprio come il vecchio Z Ultra – 2013) e di una risoluzione 1080p. Per quest’ultimo è anche presente la modalità uso ad una mano.

Sony promuove anche la ben riuscita ottimizzazione delle cornici laterali (per quelle verticali ancora c’è molto lavoro da fare). Non abbiamo dati ufficiali specifici sulla tecnologia LCD usata, ma da Sony sarebbe consono aspettarsi un Triluminos Display.

Fotocamera

Questo è un aspetto in parte comune a entrambi i dispositivi: si tratta di un sensore posteriore Exmor RS da 23 Megapixel, con apertura focale – ancora – di 2.0. Sony dichiara che lo smartphone avrà capacità fotografiche ottime in ogni condizione di luce per foto sempre nitide grazie alla messa a fuoco ibrida estremamente veloce. Entrambi i device sono provvisti di stabilizzazione ottica nella fotocamera posteriore.

Per quanto invece riguarda il sensore anteriore della versione Ultra abbiamo un Exmor R da ben 16 Megapixel, mentre per la versione Standard è previsto un Exmor R da 8MP. L’obiettivo di entrambi è grandangolare da 23mm con integrata la funzionalità software per scattare foto mostrando il palmo della mano all’obiettivo del terminale.

Xperia XA1 Ultra, a differenza del modello Standard, integra anche un flash frontale. La fotocamera anteriore di XA1 Ultra è sorprendentemente equipaggiata di stabilizzazione ottica dell’immagine; entrambe vengono pubblicizzate per le buone capacità in condizioni di scarsa luminosità.

Design

Il solito riconducibile solo ed unicamente a Sony: la parola chiave è rettangolo. Che abbia più o meno base in altezza nei diversi dispositivi sfornati non conta come scusa. Quello sfoggiato da XA1 e XA1 Ultra sembra un mix tra quello di Z5 e il recente XZ: opaco nel retro con angoli smussati in modo da migliorare l’ergonomia e maneggevolezza del device, con la sola compagnia del logo NFC e della fotocamera con un flash monotone.

Presenti nel lato destro sono l’ormai immancabile tasto Fotocamera, pulsante d’accensione/spegnimento ed appena sopra bilanciere del volume, mentre nel lato sinistro sarà possibile accedere al vano SIM e di espansione della memoria (fino a 256GB).

Nel lato superiore del device troviamo il microfono per la cancellazione dei rumori esterni con la sempre ben gradita compagnia di un connettore Jack da 3.5mm. Nel lato inferiore vi è invece l’entrata USB Type-C insieme allo speaker mono.

Hardware

Entrambi i terminali sono mossi da un Mediatek Helio P20 (architettura bigLittle con 4 core 2.3 GHz Cortex-A53 + 4 core 1.6 GHz Cortex-A53), accompagnati tuttavia da un quantitativo differente di RAM e ROM: XA1 avrà 3GB in RAM e 32GB in memoria interna, mentre la versione Ultra è prevista con RAM da 4GB e memoria integrata da 64GB, sempre al netto dell’interfaccia utente e applicazioni preinstallate non removibili. La GPU integrata al processore è una Mali-T880MP2.

Batteria

Nota fondamentale e dolente del dispositivo: solo 2300 mAh per XA1 e 2700 mAh per XA1 Ultra. Solleva parecchi dubbi la scelta di una capacità così bassa per dispositivi da una diagonale di schermo così estesa; in ogni caso, Sony insiste nel pubblicizzare la durata della batteria (e attenzione, non l’autonomia) dei nuovi dispositivi nel migliore dei modi.

La funzionalità software Ricarica Adattiva permetterà al telefono di regolare l’uso della ricarica rapida solo quando serve; è stato infatti affermato che ricaricare uno smartphone tramite un voltaggio più alto del normale riduce la vita della batteria al litio in esso integrato. Grazie a questo “controllo” software di Sony la ricarica ad alta tensione sarà automaticamente disattivata durante la notte o momenti di lungo fermo in carica. Presente la modalità Stamina per garantire una maggiore autonomia a sacrificio di prestazioni nei momenti più necessari.

Questo era tutto per il focus sulla nuove serie Xperia XA1. I dati da confermare sono sicuramente l’autonomia dei terminali assieme alle prestazioni fotografiche di alto livello promesse da Sony, soprattutto gli scatti frontali di XA1 Ultra.

Fonte: Sonymobile.com

Manfredi Guarisco

Scritto da

Scoprendo il mondo della tecnologia, dei videogiochi e della buona musica con la sua prima console Playstation e Wipeout 3, rimane fedele ai principi cardine della sua infanzia ed al Progressive Rock anni '90. In ambito cosplay e gaming è conosciuto con lo pseudonimo di "AlisGelida".

Potrebbero interessarti....

  • -Simone-

    Sembrano quasi perfetti, rovinati dalla batteria sottodimensionata…
    XA Ultra potrebbe durare il giusto, e poco più. XA invece decisamente sotto la media.

Questo sito utilizza i cookies. Utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire all’utilizzo dei cookies in conformità con i termini di uso dei cookies espressi in questo documento. Leggi di più Accetto