WWDC16 – macOS Sierra

Come ogni anno, al WWDC16, si è parlato anche di Mac e OS X. Ma prima di iniziare con le novità riguardanti il nuovo sistema operativo un piccolo appunto. Da lunedì 13 Giugno è iniziata una nuova era per il sistema operativo desktop di Cupertino. Apple abbandona il termine OS X in cambio di macOS, così da poterlo meglio affiancare ai restanti OS.

mix

Ma questo è il momento di parlare di macOS Sierra, ovvero la versione 10.12 del sistema operativo. Sierra porta con sé numerose novità. Stiamo parlando di Auto Unlock, Universal Clipboard, iCloud Drive, Optimized Storage, Apple Pay, Row, Picture-in-Picture and… Siri.

Schermata 2016-06-14 alle 17.38.11

Partiamo con Auto Unlock. Il funzionamento è semplicissimo. É il classico sblocco bluetooth presente da tempo anche su Android. In pratica il problema è che usando assiduamente il computer ci troviamo sicuramente tutti nella situazione in cui mettiamo e rimettiamo la password di sblocco decine di volte al giorno. Ovviamente la password è importante per proteggere i nostri files e il nostro sistema dagli altri. Ma è altrettanto ovvio che perdere tempo ogni volta a sbloccare i dispositivi stufa. D’ora in poi si potrà sbloccare il computer direttamente tramite Apple Watch. Non si sa se questa opzione verrà aperta a tutti i dispositivi bluetooth disponibili sul mercato, o rimarrà ad appannaggio del solo Apple Watch. Io spero che all’uscita di macOS Sierra questa funzione sia disponibile con tutti i dispositivi.

Schermata 2016-06-14 alle 17.39.27

La seconda funzione di cui andremo a parlare è Universal Clipboard. Quante volte vi sarà capitato di trovare una cosa sullo smartphone e di voler fare copia e incolla sul computer o viceversa? A me capita spesso. É vero che esistono vari modi per ritrovarsi con le cose che stavamo facendo prima direttamente sull’altro dispositivo, mi basti pensare alla sincronizzazione dei browser Safari e Chrome, al Cloud, a client come iMessage e Telegram che sono multi-piattaforma, però la comodità del classico cmd+c e cmd+v è e rimane insuperabile. Universal Clipboard abbatte questa barriera. D’ora in poi testi, link e immagini potranno essere copiati su un dispositivo e incollati su un’altro. Tutto in maniera diretta, semplice e veloce.

Schermata 2016-06-14 alle 17.40.30

Abbiamo parlato del cloud con Universal Clipboard. Piccolo appunto per iCloud Drive, ovvero la nuvola di Apple che ci permette di organizzare i nostri files in cartelle per averle ovunque andiamo. Il servizio diventa sempre più centrale all’interno di macOS Sierra. Infatti sarà possibile mantenere sempre sincronizzate sulla nuvola le cartelle Scrivania e Documenti. Ad ora l’unico limite di iCloud Drive rimane la quantità di memoria disponibile gratuitamente. 5 GB iniziano ad essere un po’ pochini.

Schermata 2016-06-15 alle 00.33.57

Ora è il turno di Optimized Storage. Questa nuova funzione di macOS Sierra permette di risparmiare spazio sul nostro computer. O meglio. Quando lo spazio nel nostro Mac inizia a scarseggiare Optimized Storage si ritrova con due opzioni. La prima è di affidarsi nuovamente al cloud. Infatti verranno spostati in automatico tutti quei files che non usiamo da un po’ di tempo per privilegiare i nuovi files che arriveranno e quelli che utilizziamo più di frequente. La seconda opzione è il cestino. Vecchi file di sistema, web cache, logs, file che risiedono nel cestino per più di 30 giorni e in generale files che non serviranno più al sistema verranno eliminati direttamente. Nulla di veramente nostro. Ma la cosa importante è che come sempre saremo noi a decidere fin dove potrà agire Optimized Storage.

Altra grande novità è l’arrivo di Apple Pay come strumento di pagamento anche su Mac. Ovviamente non si pagare direttamente con il Mac ma si dovrà avere al proprio seguito l’iPhone. La procedura è semplicissima. Compare il messaggio di pagamento, accendiamo lo schermo dell’iPhone e comparirà la schermata di Apple pay. Una volta confermato con il Touch ID il pagamento è effettuato. Più facile a farsi che a dirsi.

Schermata 2016-06-15 alle 02.08.21

Altra nuova funzione è Row. Senza che le App debbano essere aggiornate, d’ora in poi sarà più semplice tenere sott’occhio tutte le tab aperte di uno stesso programma. Perchè esse verranno organizzate in tab esattamente come succede ormai da tempo per Safari o il Finder.

Schermata 2016-06-15 alle 10.19.13

Se sapete cosa significa la sigla PiP ho poco da spiegarvi. Picture-in-Picture. Esattamente come sui televisori d’ora in poi sarà possibile andare su YouTube, iniziare a guardare un video e finire di vederselo comodamente durante la stesura di un documento su Pages, oppure mentre si naviga su Safari. E funziona anche con lo split-screen.

Schermata 2016-06-15 alle 10.20.04

E per ultimo ma non meno importante. Siri. Da anni ci aspettavamo di incontrare Siri anche su OS X. Ora con macOS Sierra è realtà. Siri è maturato nel frattempo. Ora Siri potrà tornarvi utilissimo per fare ricerche al volo, per far partire playlist, o per qualsiasi cosa possa venirvi in mente. Basterà premere sull’icona di Siri o chiamarla come si fa su iPhone e iPad.

Schermata 2016-06-15 alle 10.20.53

macOS Sierra sarà disponibile a fine anno sui seguenti modelli:

  • MacBook e iMac – Late 2009 o successivi
  • MacBook Air, MacBook Pro, Mac mini e Mac Pro – Late 2010 o successivi

Di seguito vi lascio con la consueta galleria di immagini.

Per informazioni sugli altri prodotti Apple presentati al WWDC16 vi rimando a questa pagina.

Federico Fumagalli

Scritto da

Studente di architettura. Appassionato di sport, automobili e di tecnologia quel poco che basta. Spazio dai PC e gli smartphone ai TV e le macchine fotografiche. Pazzo, in quanto giocatore di Ingress.

Potrebbero interessarti....